La manifestazione del 1 luglio, che hanno promosso insieme Roberto Speranza, Articolo Uno, e Giuliano Pisapia, Campo progressista, è una buona notizia per i tanti “senza tetto” della sinistra italiana. Un nuovo, importante punto di partenza, di cui Articolo Uno è protagonista, che può suscitare ancora entusiasmi e esortarci ad andare avanti.

Nella sinistra e nella più ampia area del centrosinistra ci sono tante “solitudini” che non riescono a incontrarsi, ritrovarsi, fare rete. Un potenziale enorme, politico, sociale, civile, disperso nella tempesta di una crisi senza precedenti, alla quale la sinistra nel suo complesso, in Europa e nel mondo, non è stata in grado di dare risposte adeguate.

 

Continua a leggere su huffingtonpost.it