“Il Rapporto Hokmark sulle politiche economiche nella zona Euro è sempre la solita minestra riscaldata, che non mette in discussione il rigore finanziario, e perciò abbiamo deciso di non sostenerlo”. Lo dichiarano i tre eurodeputati di Articolo UNO-MDP Panzeri, Paolucci e Zanonato a margine del voto di giovedì 26 ottobre nella plenaria del Parlamento europeo di Strasburgo.

“Il riconoscimento della centralità della dimensione sociale in economia è la foglia di fico dietro la quale si cela, ancora una volta, un tono compiacente riguardo allo stato dell’economia della zona Euro, non si parla delle riforme necessarie e su investimenti per la crescita e materie fiscali si continua ad abbracciare il mantra dell’austerità contabile”.

“Il Rapporto sulle politiche economiche nella zona Euro è sempre la solita minestra riscaldata –  bisogna cambiare”

“Ci voleva molto più coraggio” concludono Panzeri, Paolucci e Zanonato, per i quali “il nostro voto contrario serve anche a dire no a un disegno di alleanze parlamentari – di grossa coalizione tra i gruppi popolare, socialista e liberale – che di fatto spinge Bruxelles nelle braccia di Berlino”.

 

Vai al Rapporto Hokmark