“Per rilanciare l’Unione Europea servono delle coraggiose correzioni nelle politiche di bilancio e nella gestione del debito degli stati nazionali. Urgono più investimenti e un più forte pilastro sociale. In altre parole una svolta radicale delle politiche economiche e di coesione. L’esatto contrario del fiscal compact”. Lo scrive in una nota l’Europarlamentare di Liberi e Uguali Massimo Paolucci dopo l’intervento di Macron a Strasburgo. “Su tutto questo il silenzio di Macron è assordante. È una miope illusione pensare di arginare i crescenti nazionalismi senza nuove politiche. Non si rafforza l’unità politica dell’Europa con scelte unilaterali come quelle adottate dalla Francia in Siria o attraverso scelte molto discutibili sull’immigrazione. Non si afferma una nuova “sovranità europea” se non si rispettano le deliberazioni del parlamento europeo”. Conclude Paolucci